FORESTALI DIVISI

FONTE: forestalisicilia.com

di Santo Cortese

Era normale, era logico, era prevedibile, che i forestali si dividessero nel scegliere il Presidente della Regione, ma, a noi non ci interessa, ognuno lavora coi propri ferri, e quindi continuiamo la nostra strada verso Cancelleri, nelle elezioni del 5 Novembre 2017 per eleggerlo come Presidente della Regione Sicilia.

D’altronde gli antichi non si sbagliavano mai: se vuoi arrivare primo corri da solo, se vuoi arrivare ultimo cammina assieme, e noi facciamo fede a questo proverbio.

I forestali della Sicilia si sono divisi, e, tutto sembra come due squadre che si battono sul campo di calcio: alcuni a centrodestra altri col Movimento 5 Stelle.

Assieme al mio team, in questi giorni, siamo scesi nelle piazze a sondare, ed intervistare molti forestali, altri tramite internet, sulla mia pagina facebook, nei miei blog, e, siamo contenti perché già abbiamo trovato il consenso di migliaia di forestali pronti e sicuri a scegliere Cancelleri.

Io rispetto le idee politiche di tutti e soprattutto di tutti i forestali, però, questa divisione porta solo sfavore al comparto forestale, e, non si colgono i frutti dalla divisione politica, ma ognuno è libero di scegliere il proprio futuro, perché di futuro si parla , di noi e dei giovani.

Mai aprire una porta che non è possibile chiudere di nuovo.

Quello che non vedi con i tuoi occhi non inventarlo con la lingua.

Il mio consiglio è quello di non vendere il sole per acquistare una candela: a buon intenditori poche parole. In questa battaglia di voti, in questa battaglia politica, in questa lotta all’ultimo voto, noi di forestalisicilia.com e migliaia di forestali che ci seguono, abbiamo trovato e scelto Cancelleri, come Presidente della Regione Sicilia. Per me non c’è momento di sosta, non c’è momento di riflessione, la mia scelta è questa, la mia scelta è il Movimento 5 Stelle, la mia scelta è Cancelleri, e qualunque siano i segni dei colpi di cannone dialettico dei nemici a noi non ci interessa, perché scegliamo la nostra linea.

La sola cosa necessaria, per la tranquillità dei forestali, è che ogni forestale possa lavorare sempre, senza licenziamenti. La divisione dei forestali è rabbia ed è come una pietra lanciata in un nido di vespe. Scegliendo una politica sbagliata fatta di bugie si può andare avanti in tutto il mondo, ma non si può mai tornare indietro e questo è bene che i forestali lo condividano nella loro mente.

Ormai siamo in piena campagna elettorale e si sa…. solo un cattivo soldato non spera di diventare generale, e tutti i Candidati sperano di diventare Presidente, ma, per me, per noi, e, per molti forestali il Presidente sarà Cancelleri.

Io sono circondato da forestali, e, sono sempre me stesso, e, se mi chiederanno qual è il sentimento che considero più importante, aprirò un sorriso e dirò: la giusta politica, quella vera, quella fatta di sentimenti per la gente, per i lavoratori ma soprattutto per il paese in cui viviamo, in attesa di un nuovo Presidente che risolva, per sempre tutti i problemi visibili e nascosti della Sicilia: Cancelleri.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *